Rossa in Val Calanca: armonia fra tradizione, architettura e arte contemporanea

Val Calanca
10 Ottobre 2020 / 10:00

Rossa in Val Calanca: armonia fra tradizione, architettura e arte contemporanea

Gita con visita guidata alle bellezze naturalistiche, culturali ed artistiche del villaggio di Rossa in Val Calanca con pranzo in un ristorante locale.

In linea con i nuovi progetti di valorizzazione e ripopolamento delle aree montane e dei territori alpini del FAI – Fondo Ambiente Italiano, FAI SWISS vi propone la scoperta di Rossa, il villaggio più settentrionale della Val Calanca, esempio straordinario di connubio fra tradizione, architettura e arte contemporanea.

Luogo di autentica bellezza naturalistica, arricchita di beni culturali di valore internazionale, Rossa è un villaggio dove il contrasto tra l’antico e il contemporaneo è diventato armonia grazie al dialogo tra il paesaggio terrazzato con i suoi muretti a secco, gli edifici di influenza Walser, le chiese dipinte, opera dell’artista anglo-svizzero David Tremlett, e la Swiss House Rossa nata dalla collaborazione tra l’architetto ticinese di fama internazionale Davide Macullo, l’artista concettuale francese Daniel Buren e il gallerista Mario Cristiani di Galleria Continua.

 

IL PAESAGGIO TERRAZZATO E I MURI A SECCO

Sulla collina che domina dall’alto il pittoresco villaggio di Rossa è stato recuperato un paesaggio terrazzato con muri a secco, la cui arte di costruzione è stata inserita dallUNESCO nel patrimonio immateriale dell’umanità.

Abbandonata da tempo, la zona è tornata a splendere nel 2018 grazie agli interventi di disboscamento e risanamento.

Con una breve passeggiata risaliremo l’erto pendio per raggiungere la sommità da dove osservare l’intera zona del recupero e due cappelle seicentesche dipinte da David Tremlett.

 

DAVID TREMLETT – NEW OUTSIDE WALL DRAWINGS – A ROSSA

Con lintenzione di riportare a nuova vita tre cappelle seicentesche semi-abbandonate e neglette, l’artista anglo-svizzero David Tremlett, interpellato dalla fondazione RossArte,  ha scelto di modificarne le pareti esterne con motivi astratti eseguiti sia con pastello steso a mano, che con pittura. La modernità dell’intervento, pur risultato da un attento studio del territorio circostante e dalla vocazione del luogo, trasporta la costruzione nel secolo che stiamo vivendo e offre al visitatore un modo nuovo di rapportarsi agli edifici.

Linee che richiamano le architetture tradizionali della regione e colori che si fondono con il paesaggio : segni forti che attirano lo sguardo e invitano allo stupore, ma anche a una riflessione.

 

SWISS HOUSE ROSSA – Più che un progetto si tratta di un’opera d’arte a cielo aperto. Un edificio dalla forma organica e dai colori vivi realizzata a quattro mani dall’architetto Davide Macullo e dall’artista Daniel Buren con la collaborazione del gallerista Mario Cristiani.

Per ammissione degli stessi progettisti è una scultura abitabile, che ha bisogno dell’arte per essere completata e si propone come manifesto di un modo di progettare che indaga e sviluppa il rapporto tra il costruito dell’uomo e la natura in cui vive.

Una costruzione insolita, una torre su due piani dalle linee organiche, realizzata in legno e dipinta esteriormente dalle righe rosa magenta, verde pallido e bianche che caratterizzano l’opera di Daniel Buren, uno dei più importanti artisti contemporanei viventi.

Sicuramente diversa dalle abitazioni tradizionali che la circondano e che, come le chiese dipinte di Tremlett, non lasceranno l’osservatore indifferente e ne stimoleranno le emozioni.

 

LA VAL CALANCA

La Val Calanca è una valle laterale della più conosciuta Val Mesolcina, nel Cantone dei Grigioni di lingua italiana. Si raggiunge in auto percorrendo l’autostrada A2 in direzione nord fino allo svincolo di Bellinzona Nord, per poi prendere la A13 verso il San Bernardino e successivamente l’uscita 38 di Roveredo verso Roveredo/Grono.

Da Grono si sale e si percorre tutta la valle lungo il fiume Calancasca per una ventina di chilometri fino all’ultimo villaggio di Rossa, che si trova a 1`088 metri di altitudine.

 

La meta è da raggiungere con mezzi propri e la gita si svolgerà unicamente in caso di bel tempo.

 

Si raccomandano calzature adatte alla montagna.

  

Programma

09.45 – incontro nell’ampio parcheggio pubblico e gratuito che si trova in fondo al paese sulla destra del fiume

10.00 – inizio della visita guidata

12.30 – pranzo in un ristorante locale

EVENTI PASSATI

Scopri cosa puoi fare tu